FormazioneNewsScuola primaria

Festa del libro: i bambini imparano l’importanza della lettura

A Grosseto torna l'evento e viene inaugurata la nuova biblioteca

Che ruolo possono avere oggi un libro (magari di quelli di carta) e la lettura nel formare, intrattenere e far crescere bambini e ragazzi? Se lo chiedono in tanti visto che si legge sempre meno e in particolare i più giovani sono bombardati da input di ogni tipo e spesso preferiscono dedicare tempo ad un’app di gioco o alla visione di video su YouTube. Il libro è destinato all’estinzione? Per fortuna pare proprio di no, questo supporto ha ancora molto da dire e non solo a scuola.

Dalla scuola elementare di via Monte Bianco, a Grosseto arriva un’interessante iniziativa, una Festa del libro il cui esplicativo slogan è «Chi legge vola». La Festa è stata accolta molto positivamente dai bambini, che riunitisi nel cortile della scuola sono stati coinvolti in letture collettive e momenti di animazione.

Non è la prima volta che la scuola di Grosseto mette in atto iniziative simili, sempre con un buon riscontro da parte di allievi e genitori. I bambini dimostrano di apprezzare le attività proposte, anche grazie alla bravura delle lettrici coinvolte. Un bel momento di festa è stato poi l’inaugurazione dei nuovi scaffali in biblioteca allestiti con i libri regalati alla scuola tramite il progetto “Ioleggoperché”. Anche grazie alla donazione e alla riorganizzazione, la biblioteca della scuola ha assunto una nuova veste, diventando spazio centrale di formazione e luogo privilegiato per dar forza e voce a varie iniziative, come quelle che sensibilizzano alla legalità.

Alcuni insegnanti vecchia scuola e magari certi genitori, non vedono di buon occhio ebook o audio book, ma questi sono solo altri formati per i libri, non sono certo i nemici da combattere. Quello che spesso manca ai bambini, più che un rapporto con il caro vecchio libro di carta è proprio un interesse e una propensione alla lettura. Si leggono messaggi, notifiche e news sul cellulare, ma non è certo la stessa cosa.

Trasformare la lettura in una grande festa dove condividere esperienze piacevoli ed emozionanti è senza dubbio una bellissima idea per sedimentare, già nei più piccoli, un interesse per i libri che facilmente potrà nel tempo, se alimentato, diventare un’autentica passione.

Chi ama leggere ha una marcia in più. Può conoscere idee diverse, può aprirsi con maggiore facilità al mondo, ha il privilegio di poter cambiare idea, di saper dialogare, mettersi in ascolto e sviluppare dei dubbi. Chi legge è una persona più completa, più felice, migliore. Far appassionare i bambini alla lettura è uno dei più grandi regali che si possano fare loro.

Tags

Lorenzo

Laureato in Beni Culturali, appassionato di scrittura e web, interessato alle tematiche della formazione.

Articoli collegati

Back to top button