DigitaleNewsRisorse

Istruzione domiciliare e scuola in ospedale, cosa cambia?

Tutti i bambini e i ragazzi hanno il diritto e il dovere di andare a scuola, ma non sempre è così semplice, quando ad esempio si deve affrontare un lungo ricovero ospedaliero o si è impossibilitati, per ragioni di salute o altro a raggiungere l’istituto scolastico e si rimane a casa.

Una soluzione però c’è, si tratta di un Portale Nazionale visitabile a questo link, che è stato appositamente pensato per “la Scuola in ospedale e l’Istruzione domiciliare”. Il Portale è stato di recente rinnovato nella forma e nei contenuti e a darne notizia è stato sul web proprio il ministro all’istruzione Marco Bussetti dopo la presentazione ufficiale della piattaforma avvenuta presso la Sala Aldo Moro del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca.

Il nuovo portale per l’istruzione domiciliare o ospedaliera si configura come uno strumento senza dubbio molto utile per fornire alle famiglie degli alunni ricoverati (in ospedale o a domicilio) tutte le informazioni sui servizi scolastici e i materiali del caso. La Scuola in ospedale e l’Istruzione domiciliare sono programmi fondamentali che vanno a supportare studenti e famiglie, permettendo un attivo contrasto ad abbandono e dispersione scolastici, che sono ancora grossi problemi nel nostro paese.

Si parla spesso di diritto allo studio, ma esiste anche quello (troppo spesso sottovalutato) alla continuità didattica, anche per chi è impossibilitato a frequentare i normali percorsi tra le mura scolastiche. Il nuovo portale darà a tutti la possibilità vedersi sempre garantito un servizio e permetterà anche ai docenti di svolgere meglio le loro attività, grazie al supporto della tecnologia.

I dati del 2017-2018 relativi alla Scuola in ospedale testimoniano l’importanza di uno strumento come questo, visto che ne hanno usufruito 68.900 studenti, prevalentemente della Scuola dell’infanzia e della primaria. Le attività didattiche a distanza hanno coinvolto 740 docenti su tutto il territorio nazionale e in particolare il servizio è stato utilizzato in Campania, Lazio, Liguria e Sicilia.

L’Istruzione domiciliare può essere destinata a studenti di ogni ordine e grado, se sottoposti a terapie domiciliari (o ospedaliere) che impediscono la frequenza nell’edificio scolastico, per un periodo non inferiore a trenta giorni, anche non continuativi nel corso dell’anno scolastico.

Il nuovo portale per la Scuola in ospedale e l’Istruzione domiciliare diventerà nel tempo un punto di riferimento sempre più importante per studenti, famiglie, docenti, scuole e strutture ospedaliere, diventando un prezioso archivio online di materiali, documenti ed anche di esperienze condivise, accessibili a chiunque ne abbia bisogno. Un ottimo esempio di come la tecnologia possa supportare concretamente la didattica.

Tags

Alessandra

Web writer nata e cresciuta a Bologna, tra tortellini e canzoni di Lucio Dalla e Gianni Morandi. Studentessa di Lettere Moderne con la passione per la scrittura

Articoli collegati

Back to top button